Ricerca avanzata

ESTATE 2011: QUALCHE RIFLESSIONE PRIMA DEI PROSSIMI IMPEGNI

Editoriale di Giovanni Emilio Maggi

Roma, 21 luglio 2011 - L’estate 2011 si è presentata sin dall’inizio come una stagione molto “calda” per il settore che ACADI rappresenta: proprio in questi ultimi mesi, consolidando il lavoro svolto fin qui, sono state gettate le basi per un’ulteriore fase di sviluppo, trasparenza ed integrazione del gioco lecito.

A circa un anno dal debutto, il successo delle VLT è sotto gli occhi di tutti: gli apparecchi installati, secondo i dati diffusi da Aams, sono 23.867, ovvero più del 42% dei diritti attualmente rilasciati e - smentendo qualche pessimistica previsione - le comma 6a hanno tenuto molto bene il passo facendo cosi prevedere che si arriverà, come auspicato sin dall’inizio, ad un’equa e bilanciata “coabitazione” fra i vari modelli di business.

Tuttavia, il successo delle VLT non è da leggere solo in chiave numerica o di fatturato ma, anche e soprattutto, da un punto di vista sociale e legale. Come più volte abbiamo sottolineato, si tratta di macchine estremamente sofisticate, impossibili da manomettere ed il cui collegamento alla rete consente una lettura dei dati in tempo reale, evidenziando ulteriormente la trasparenza dell’operato della filiera e impedendo infiltrazioni che, seppur rare, non erano del tutto scongiurate con le comma 6a.

Anche sul fronte delle ludopatie, per il quale, tra l’altro, si è rivelato ingiustificato il timore di una crescita proporzionata all’offerta, le VLT offrono garanzie maggiori grazie alla possibilità di essere tarate su un tempo o una cifra massima di gioco, oltre al fatto che possono essere installate solo in sale dedicate, e quindi maggiormente controllate, con tutti i benefici che da ciò deriva per il divieto dell’accesso ai minorenni.

Sul fronte delle Istituzioni sono stati e saranno mesi di intenso dialogo: a breve verrà pubblicato il nuovo bando di gara le cui linee guida sono state delineate del Decreto Fiscale, siamo in attesa del nuovo Decreto sul contingentamento per il quale vi è stato un proficuo ed approfondito confronto fra AAMS ed Operatori, è finalmente diventato realtà l’atteso albo degli operatori (i c.d. terzi incaricati) che deve essere implementato ed organizzato entro pochi mesi, contribuendo così a dare un’identità a ben precisa agli operatori del settore: se da un lato questo vuol dire maggiore legalità, dall’altro è il giusto e dovuto riconoscimento della professionalità di chi ha sempre operato con correttezza e competenza. Certo, non mancano le difficoltà: la creazione e la “popolazione” dell’albo è l’esempio classico di un’operatività importante che vedrà i Concessionari in primissima linea. La nostra stima è che saranno oltre 100.000 i soggetti che entro pochi mesi dovranno necessariamente essere iscritti all’albo e questo comporterà un’ulteriore attività straordinaria da parte nostra e dei nostri partner istituzionali, ma è uno sforzo che facciamo volentieri!

Per la prima volta poi, con l’apertura delle sale dedicate, ci siamo trovati a confrontarci con le Amministrazioni locali e con la mancanza di interpretazioni normative unitarie, materia che ha generato non poca confusione sia in ambito locale, che anche presso qualche Tar. In questo contesto, con il supporto della nostra Associazione (Confindustria Servizi Innovati e Tecnologici), abbiamo metaforicamente poggiato la prima pietra di un lungo percorso, siglando un accordo con ANCI – l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani-, di cui siamo stati promotori con Sapar, che auspichiamo possa mettere in moto un processo di confronto costante e costruttivo tra le esigenze degli operatori del settore e degli Amministratori locali, portando ad una legiferazione omogenea che semplifichi di molto il lavoro di tutti, ma soprattutto ad un’interpretazione univoca delle norme che già esistono.

Tirando le somme, potremmo dire che il solstizio d’estate dell’industria del gioco lecito è stato caratterizzato da un’operatività che sembra essere sempre più decisa ed incisiva e che, probabilmente, i prossimi mesi – conoscendo l’ agenda delle attività - saranno forieri più di impegni che di vacanze
APPROFONDIMENTI
Acadi
Associazione Concessionari di Giochi Pubblici
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie P.Iva 97472030580
Credits TITANKA! Spa