Ricerca avanzata

RUTA, SERVE CULTURA DEL GIOCO ADEGUATA

Roma, 19 giugno 2012 - "Codere raggiunge il suo scopo se in queste iniziative raccoglie spunti importanti come è avvenuto questa mattina per far divertire gli italiani in maniera trasparente, legale e corretta e senza generare patologie".


Lo ha dichiarato Massimo Ruta, Country manager di Codere, intervenendo al workshop itinerante "Nel nome della legalità", che la compagnia ha organizzato a Caldogno, in provincia di Vicenza.


Ruta ha sottolineato anche la necessità di diffondere una cultura di gioco adeguata: "questo può avvenire solo attraverso, innanzitutto, la giusta informazione sui numeri del settore in un mercato stabile e certo per gli investimenti, rigoroso nella normativa e che solo così potrà continuare ad essere anche veicolo di innovazione tecnologica".


E quindi Ruta ha ricordato come la compagnia si sia impegnata in prima persona "educando i nostri dipendenti, i nostri giocatori con materiale informativo, mettendo a disposizione il numero verde e tutta una complessa attività informativa che preservi il giocatore che deve sempre divertirsi e se possibile giocare poco e tornare perché si è divertito".


Il Country manager di Codere ha ricordato che il settore è composto da "migliaia di aziende che a diversi livelli investono quotidianamente nel divertimento, ma anche nella ristorazione ad esempio, nel personale, nella formazione, nella pubblicità". E quindi ha lanciato un appello: "ci serve un aiuto dal mondo dell'informazione per una maggiore diffusione di dati corretti, un esempio su tutto 80 miliardi è la movimentazione del denaro complessivo del settore, non la spesa effettiva degli italiani".


Infine, rispondendo alle domande in sala, ha definito quello italiano come "uno dei più grandi mercati di gioco al mondo e una vera multinazionale non può non essere presente. Gli spazi d’investimento" ha poi concluso, "ci sono ma serve la stabilità del settore e una certa omogeneità, ben venga lo spostamento verso maggiori responsabilità dei comuni. Tuttavia, essendoci 8.000 comuni non ci possono essere 8.000 soluzioni diverse dal punto di vista normativo".


Ufficio Stampa ACADI

APPROFONDIMENTI
13 febbraio 2024
Si è tenuta questa mattina l'audizione presso la VI Commissione Fi...
acadi it 3-it-25795-ruta-serve-cultura-del-gioco-adeguata 003
7 febbraio 2024
Si è tenuta questa mattina l'audizione presso la VI Commi...
acadi it 3-it-25795-ruta-serve-cultura-del-gioco-adeguata 003
29 gennaio 2024
Il Tar Emilia Romagna censura l’effetto espulsivo regionale smentendo le ...
acadi it 3-it-25795-ruta-serve-cultura-del-gioco-adeguata 003
Acadi
Associazione Concessionari di Giochi Pubblici
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie P.Iva 97472030580
Credits TITANKA! Spa