Ricerca avanzata

Sale slot, a Vicenza il Tar riapre i locali: sproporzionate le ordinanze comunali

VICENZA - Il Comune di Vicenza limita la libertà imprenditoriale delle sale da gioco. E’ quanto sostiene il Tar Veneto sull’ordinanza introdotta dal sindaco Achille Variati, introdotta per disciplinare l’apertura delle sale. Il primo cittadino aveva fondato la sua decisione sul potere regolamentare degli enti locali, in modo particolare quello che riguarda il governo del territori. Secondo i giudici della Terza Sezione "sussistono profili di illegittimità", poiché il potere regolamentare degli enti locali - fondato e anche rafforzato da alcuni recenti provvedimenti normativi, come i decreti Salva Italia e sulle liberalizzazioni - deve tenere conto del principio di proporzionalità e della disciplina legislativa. Un principio in questo caso trascurato, perché l’ordinanza limita l’attività economica delle sale anche se la legislazione statale "non pare condividere il giudizio di pericolosità pubblica sulle sale da gioco".

LL/Agipro

APPROFONDIMENTI
13 febbraio 2024
Si è tenuta questa mattina l'audizione presso la VI Commissione Fi...
acadi it 3-it-27401-sale-slot-a-vicenza-il-tar-riapre-i-locali-sproporzionate-le-ordinanze-comunali 003
7 febbraio 2024
Si è tenuta questa mattina l'audizione presso la VI Commi...
acadi it 3-it-27401-sale-slot-a-vicenza-il-tar-riapre-i-locali-sproporzionate-le-ordinanze-comunali 003
29 gennaio 2024
Il Tar Emilia Romagna censura l’effetto espulsivo regionale smentendo le ...
acadi it 3-it-27401-sale-slot-a-vicenza-il-tar-riapre-i-locali-sproporzionate-le-ordinanze-comunali 003
Acadi
Associazione Concessionari di Giochi Pubblici
Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie P.Iva 97472030580
Credits TITANKA! Spa